archivio

Autori

Il-Talismano-della-Driade

Ricevo e inoltro questo comunicato:

NADIA CAMANDONA EDITORE
presenta

IL MONDO FANTASY DI ARKHESYA
di Demetrio Battaglia

Sabato 15 dicembre ore 16:30
Libreria Lupo Rosso, via A. Volta 1/H Torino
Interverranno Nadia Camandona e Demetrio Battaglia.
Con Laura Fanucci di Fantasy On Air.

Dopo questo incontro è prevista una cena con l’autore.
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al numero 349/5250237.

Domenica 16 dicembre ore 15:30
Libreria Belgravia, Via Vicoforte 14/d Torino
Interverranno Nadia Camandona e Demetrio Battaglia.
Ospite: Silvana De Mari che presenterà il suo ultimo libro.
In collaborazione con Radio Energy.

Lucca Comics abbraccia ormai, come è giusto che sia, altri ambiti dell’immaginario, tra cui quello, importantissimo, della letteratura fantasy, con nello spazio Luk for fantasy molte case editrici del settore nonché autori emergenti. Inoltre nell’angolo dedicato al cosplay trovano posto stand che vendono abbigliamento e gadget in chiave fantasy, per creare una fantasia senza più confini.
C’è chi storce il naso, sia fumettaro che bibliofilo, io invece trovo il tutto bellissimo e spero che questa tendenza continui anche nei prossimi anni, tra l’altro il fantasy si sposa benissimo con lo splendido centro storico di Lucca.

Rafael Abalos porta in un’epopea medieval magica, tra misticismo e avventure, abbazie e tornei, Templari e misteri. Avventura pura, con misteri, cacce al tesoro, fughe, biblioteche polverose: davvero bello, 512 pagine che sono volate, forse è eccessivo paragonarlo a Il nome della rosa, ma è comunque un libro che si fa leggere ed amare, probabilmente fine a se stesso, senza seguiti.

La notte dei desideri è un altro romanzo che ha scritto Michael Ende, prima della sua morte precoce nel 1995. Un gatto e un corvo si trovano a dover affrontare un mago e una strega che vogliono distruggere l’umanità, con una diabolica pozione che fa fare buoni propositi quando in realtà si augura il contrario. E’ più che altro una fiaba lunga, che i giovanissimi troveranno divertente, ma in cui gli adulti troveranno molto attacchi al consumismo e alla globalizzazione, i mali del nostro tempo, che Ende aveva percepito anni prima che se ne parlasse. Carino

Strega, di Gregory Maguire, edizioni Sonzogno, è una rilettura della fiaba Il Mago di Oz .
Un libro particolare. Una storia per adulti, che racconta i fatti dal punto di vista della strega e non di Dorothy. Elfalba, brutta ma intelligente, strega con a cuore i diritti degli animali, è lei l’eroina della vicenda, ma dato che la storia la scrivono sempre e comunque i vincitori, passa come cattiva. Affascinante e ben scritto.
Questo romanzo ha ispirato il musical Wicked, in cartellone a Londra da anni.
Un libro che merita. una metafora della nostra società, con tutte le sue crudeltà sugli animali e il razzismo e le discriminazioni. Metafora non moralista, ma che fa riflettere, e tanto, mentre diverte.

Ormai il fantasy è un genere che va di moda, come in tutte le mode occorre saper distinguere tra le proposte valide e quelle meno.
Ecco un po’ di segnalazioni tra le uscite degli ultimi due anni:
Le rune del tempo di Jamila Bertero è un fantasy classico, che ha aperto all’autrice la strada dell’editoria vera e propria.
La francesina Oksa Pollock di Anne Plichota e Cenderine Wolf è decisamente simpatica ed indovinata, piacevole da leggere anche se si è più grandi e capace di non copiare ma costruire qualcosa di diverso. In Francia è di prossima uscita il quinto libro della serie, noi siamo ancora fermi al secondo.
Belli i libri per ragazzi di Carlos Ruiz Zafon, da Marina a Il treno di mezzanotte, a Le luci di settembre: gotico, mistero, magia con il piglio di un grande autore.
Non male L’atlante di smeraldo del simpatico John Stephens, che ho conosciuto al Salone del libro di Torino, tra orfani, streghe che fanno sembrare Voldemort un dilettante e misteri tra dimensioni. Bello, decisamente bello, Il grimorio di Venezia di Michelle Lovric, dove la città lagunare diventa teatro per uno scontro mistico tra due ragazzi e forze fantastiche.
Se si cerca qualche storia di vampiri extra Twilight, un po’ più classica, ci sono alcune proposte simpatiche: caruccio ed originale Il vampiro a New York di Lee Hunt, tra passato e presente, tra indagini e misteri, con qualche strizzata d’occhio più a The X-Files che a Twilight.
Decisamente bello ed originale Cuore nero, della nostra Amabile Giusti, che riesce a riscrivere in maniera originale l’incontro tra un vampiro e una ragazza umana, senza scadere nel già visto, e sempre rimanendo nel made in Italy è deliziosa l’antologia della Domino I vampiri (non) esistono scritta a più mani da diverse autrici italiane.
Caruccio e poi incentrato sulle fate finalmente e non sui soliti vampiri è Il diario delle fate di Jane Yolen e Midori Snyder, storia di due sorelle fate confinate nel nostro mondo e, no, non è una cavolatina per ragazzini scemi.
Molto interessante e piacevole anche se non si è adolescenti è I cacciatori del tempo di Vanna de Angelis, tra salti temporali e magie, a confermare il talento di una scrittrice di cui avevo letto finora solo i saggi storici sulle streghe.
Non male la saga di Starcrossed di Josephine Angelini, incentrata sui discendenti delle divinità greche: no, non è I cavalieri dello zodiaco ma qualcosa di diverso e nel genere anche poco praticato.
La fantascienza che mi piace davvero è quella steam punk, ed è steam punk l’originale La stirpe di Meljean Brook, storia di una Londra settecentesca alternativa, tra nanotecnologie, zombie e macchine volanti.
Gotico vittoriano puro per La sonnambula di Essie Fox, dove una ragazza si trova a dover risolvere un enigma che la coinvolge in prima persona, mentre storia di fantasmi contemporanei per Se fosse per sempre di Tara Hudson, ragazza che torna dall’aldilà per una storia comunque non banale e non già così sentita.
Occorre poi dimenticarsi i vampirotti adolescenziali e le storie che usano i succhiatori di sangue solo come pretesto: Il libro della vita e della morte di Deborah Harkness, è una vicenda affascinante, tra la Storia e l’esoterismo, antichi misteri e moderne teorie sull’evoluzione, con protagonisti un vampiro e una strega. Di nuovo vampiri nell’interessante, in cui credevo poco lo confesso, Eternity di Rebecca Maizel, con una giovane vampira che cerca di tornare umana. E ancora vampiri per l’adulto e intrigante Dracula in love di Karen Essex, rilettura femminista del celebre vampiro dove la repressione vittoriana non si fa una bella figura.
Di nuovo una rilettura letteraria in Mirror mirror di Gregory Maguire, dove Biancaneve si trova a dover vivere nell’Italia rinascimentale, alla corte dei Borgia. Sempre fiabe per Ash di Malinda Lo, che rilegge la ultra patriarcale Cenerentola in chiave fantasy, femminista e omosessuale.
In Italia si distinguono Lara Manni con la trilogia di EsbatSopdet Tanit, demoni e dimensioni diverse, e la torinese Elena Cabiati con la viaggiatrice del tempo di La viaggiatrice di O.
E’ tornata anche Licia Troisi, con la nuova saga I regni di Nashira, e sa essere come sempre affascinante, in un mondo diverso dalle Terre Emerse. Curioso anche il distopico Matched di Allie Condie, fantascienza sociale in un mondo che solo all’apparenza sembra perfetto.

Professore universitario, intellettuale, filologo, autore di romanzi e poemi epici, schivo ma capace di creare universi: Tolkien è tutto questo.Il signore degli anelli è giunto in Italia agli inizi degli anni Settanta (Tolkien l’aveva scritto tra gli anni Quaranta e Cinquanta), in sordina a parte l’interesse di certa strumentalizzazione politica.
Ha vissuto una prima stagione di successo a fine anni Settanta e poi di nuovo all’inizio del nuovo Millennio.
Il primo editore è stato Rusconi, in seguito al suo fallimento è stato poi Bompiani a rilevare i diritti. Nelle biblioteche e sulle bancarelle è possibile trovare la vecchia edizione Rusconi, mentre in libreria si trova l’edizione Bompiani.
Data la mole del libro la tendenza è proporlo in tre volumi.