La saga delle streghe di Maite Carranza

In questo profluvio di romanzi fantasy e fantastici, risulta difficile trovare qualcosa che non riprende clichés, come ormai quello diffusissimo della ragazzina sfigata che incontra uno strafigo che, te pensa, è anche un vampiro.
La saga della guerra delle streghe di Maite Carranza, tre libri che si divorano d’un fiato, è un esempio di storia originale. L’autrice, di Barcellona, riprende in mano i miti mediterranei sulle streghe, mescolandoli con quelli nordici, mesoamericani e dell’Europa dell’Est, trascinando il suo lettore per mano nello scontro mortale tra le streghe bianche Om e le streghe malefiche Od, tra folklore e colpi di scena, con al centro la giovane Anaid, un personaggio a cui non puoi non affezionarti. Da leggere e rileggere, in attesa che qualcuno, magari Guillermo del Toro, faccia un film.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: